Seleziona una pagina

World Press Photo 2021

Arte

Il 15 aprile sono stati annunciati i vincitori della 64esima edizione di “World Press Photo”, il più importante premio fotogiornalistico del mondo.

La giuria internazionale ha esaminato i lavori per un totale di 74.470 immagini, scegliendo 45 artisti per la finale, di cui tre italiani.

Il premio foto dell’anno è stato assegnato al danese Mads Nissen a São Paulo e ritrae il momento in cui Rosa Luzia Lunardi, un’ospite di una RSA, viene abbracciata dall’infermiera Adriana Silva da Costa Souza presso la casa di cura «Viva Bem», a San Paolo, il 5 agosto del 2020.

Primo premio nella categoria «Long-Term Projects» invece per Antonio Faccilongo con la serie Habibi, in cui ha raccontato la storia dei detenuti palestinesi che, per cercare di avere dei figli, hanno escogitato una rete di contrabbando di liquido seminale per permettere alle mogli di sottoporsi alla fecondazione in vitro. Le immagini sono state realizzate tra il 2015 e il 2019 e mostrano le conseguenze della crisi palestinese sulle famiglie attraverso la storia delle mogli dei prigionieri.

Ahmed Najm, amministratore delegato di Metrography Agency e membro della giuria del concorso fotografico in questa edizione, ha aggiunto: «La prospettiva fotogiornalistica del fotografo, insieme all’unicità della storia, hanno creato un capolavoro. Questa è una storia di lotta umana nel 21esimo secolo: una storia su quelle voci inascoltate che possono raggiungere il mondo se noi, la giuria, agiamo come medium. Mostra un altro aspetto del lungo conflitto contemporaneo tra Israele e Palestina».

Leggi altri Articoli