Seleziona una pagina

Tino Stefanoni

Lecco, 1937 – 2017

Tino stefanoni è nato a Lecco nel 1937 ed è stato un grandissimo artista italiano.

Dopo il liceo artistico, segue i corsi del Politecnico di Milano. Nel 1967 ottiene il suo primo riconoscimento aggiudicandosi il Premo San Fedele dedicato ai giovani pittori.

Nel 1968 tiene la prima personale alla Galleria Apollinaire di Milano, con un saggio di Pierre Restany. Da allora, le sue opere sono state esposte in numerose gallerie, musei e spazi pubblici, tra cui la Quadriennale di Roma e la Biennale di Venezia.

Le prime opere sono superfici bianche a rilievo, espressioni del minimalismo concettuale, che si ispirano all’atmosfera artistica milanese dell’epoca.

Disegna oggetti semplici, che, isolandoli nello spazio e riducendoli a icone l’artista, li rende immobili e li sublima, rivestendoli di un’aurea filosofica.

Partecipa al clima artistico degli anni ’80, al citazionismo e trasferisce nella pittura evocazioni e ricordi.

I suoi paesaggi semplificati, ricerche metafisiche, reali e virtuali assieme, si inseriscono lungo la strada tracciata da Carrà, ma facendo scomparire ogni traccia di realismo.

La sua impronta artistica è di matrice concettuale, nella quale la pittura è un oggetto per la mente.

Muore nella sua città natale nel dicembre del 2017.

Opere