Seleziona una pagina

Tano Festa

Roma, 1938 – Roma, 1988

Tano Festa nasce a Roma nel 1938 dove studia presso l’Istituto d’arte in cui si diploma nel 1957.

I suoi studi si rivolgono principalmente alla pittura gestuale e informale. Nel 1959 partecipa per la prima volta a una collettiva con Franco Angeli e Giuseppe Uncini presso la Galleria La Salita di Roma. Due anni dopo nella stessa galleria terrà la sua prima personale.

Si prefigura come protagonista della scuola POP romana, accogliendo influenze formali e dada, che lo portano a proporre oggetti monocromi di uso quotidiano, come le persiane, gli specchi e le famose finestre.

Nel 1965 viene invitato a partecipare alla Quadriennale di Roma.

Dopo un periodo di scarsa creatività e di deludente riconoscimento critico, nel 1980 viene invitato alla Biennale di Venezia.

Negli ultimi anni della sua vita, trascorsi tra le borgate e le osterie romane, concepisce alcune opere geometrico-concettuali. Nel 1984 Durante gli ultimi anni della sua fulminante esistenza, nei luoghi della periferia romana, delle baracche e delle ultime osterie fuoriporta concepisce, partorendo ‘la luce d’Egitto’, opere geometriche-concettuali.

Nel 1984 compare nella serie televisiva “Artisti allo Specchio” della Rai Radio televisione italiana per la regia di Mario Carbone.

Muore nel 1988 a Roma, dopo una lunga malattia.

Opere