Seleziona una pagina

Gilberto Zorio

Andorno Micca, 1944

Gilberto Zorio, nato in provincia di Biella nel 1944 è uno scultore annoverato tra i principali esponenti dell’arte povera italiana.
Nel 1963 tiene la sua prima esposizione a Torino, nella Piccola Galleria d’arte moderna. E si attesta come uno dei primi esponenti dell’arte povera.
La sua prima personale è del ‘69 presso la Galleria Ileana Sonnabend a Parigi. Nel 1973 espone alla Galleria Gian Enzo Sperone. E nello stesso anno partecipa alla decima Quadriennale di Roma. Partecipa alle Biennali di Venezia del 1978, 1980 nel 1986 sempre alla Biennale di Venezia con sala personale.
Le sue opere figurano anche nella collezione Solomon R. Guggenheim Museum New York. È noto per le sue sculture geometriche, soprattutto di forma stellare. Negli anni ‘80 introduce nelle sue opere una ricerca sulla luce e sull’energia. Queste opere sono state oggetto di prestigiose monografiche, tra cui quella del 1986 al Centre George Pompidou.

Nel 2012 il MAXXI presenta Omaggio all’Arte Povera con due grandi installazioni di Jannis Kounellis e di Gilberto Zorio. Nel 2013 partecipa alla LV Biennale di Venezia, le sue opere sono esposte nel Padiglione della Repubblica di Cuba.
A Zorio dell’immagine interessa la forza, non il valore simbolico e dei materiali la possibilità di combinazione che genera positive conflittualità.

Opere