Seleziona una pagina

Da non perdere: Carla Accardi al Museo del 900

Arte

A sei anni dalla sua scomparsa, dal 9 ottobre sarà possibile visitare presso il Museo del Novecento la prima mostra monografica dedicata a Carla Accardi (1924-2014). La mostra “Carla Accardi. Contesti” fa parte del palinsesto “I talenti delle donne” e presenta la carriera dell’artista trapanese in tutte le sue sfaccettature.

Un simile percorso era stato già proposto dalla Galleria Tonelli in “Accardi incontra Fontana” (2006) in cui erano stati esposte opere a partire dai primi anni ’60. La mostra proponeva un focus sui punti di contatto biografici e artistici tra i due grandi maestri, evidenziando come la loro concezione estetica fosse simile e li abbia condotti a grandi risultati.

La Galleria ha da sempre cercato di valorizzare il carattere della donna oltre che dell’artista, che nel 1947 era l’unica figura femminile a far parte del gruppo Forma 1, contro la tradizione figurativa e il realismo, tra Pietro Consagra, Achille Perilli, Giulio Turcato, Antonio Sanfilippo e Mino Guerrini.

Nel 1948 Carla è già alla Biennale di Venezia dove entra più a stretto contatto con l’opera di Fontana, con cui capisce di avere in comune la profonda fiducia nella scienza. Crede e crederà sempre “alla liberazione attraverso un mondo tecnologico” e questo è più che evidente nel suo lavoro.

Fin dagli anni Cinquanta, inizia a dipingere con segni larghi fino a trovare la sua cifra che non la abbandonerà più.

È proprio la nascita di un linguaggio più personale a segnare l’inizio di una carriera internazionale tra Europa, Giappone e Stati Uniti.

Leggi altri Articoli